it

Catalogo dei musei del calcolatore 2017 dal blog di Elena Palmisano

Il gruppo di lavoro del Museo del Calcolatore "Laura Tellini" - Dagomari di Prato, coordinato dal Prof. Riccardo Aliani ha prodotto un rapporto molto interessante  sul censimento delle esposizioni permanenti di retrocomputing in Italia. Questo studio nasce sulla scia del lavoro di Silvio Hénin e Luca Cerri del 2015, col quale era stata fatta un’indagine conoscitiva dei Musei e raccolte di storia dell’informatica in Italia. Lo studio, a cui hanno partecipato anche alcuni studenti dell'Istituto Dagomari, s’incentra principalmente sul capire quali siano gli oggetti esposti nelle strutture censite, in base ad una catalogazione da formulata dagli autori e preventivamente discussa sui forum del retrocomputing, in modo tale da poter successivamente effettuare delle elaborazioni numeriche. Nell'indagine figurano solamente le strutture che prevedano aperture al pubblico e siano attualmente in funzione. Una scelta che sicuramente ha tagliato fuori diversi collezionisti privati (o associazioni senza sede fissa), alcuni anche molto riforniti di materiale, scelta però necessaria nell’ottica di prospettare una distribuzione sul suolo nazionale di strutture visitabili. Inoltre, gli oggetti censiti numericamente non devono essere posteriori al 1990, anno che, ad avviso degli autori, rappresenta il passaggio da una fase della storia del calcolo “pionieristica” ad un’altra decisamente più impersonale e industrializzata. Tramite SPOD è stato realizzato il dataset che raccoglie tutte le informazioni censite.


Il report è disponibile qui 

 

     Blog home

Voto

Il tuo voto:
Totale: (0 valutaz.)

Archivio